SALI DA BAGNO CON OLI ESSENZIALI DOTERRA

SALI DA BAGNO

I Sali da Bagno, sono usati dai tempi antichi ,  i benefici che apportano i sali da bagno sono molteplici: sono rilassanti, detossinanti, drenanti e sono ottimi anche per contrastare dolori di varia natura  .

I sali da bagno si possono preparare da soli, aggiungendo gli oli essenziali al sale di Epson, sali del mar Morto,  sale marino o al sale dell’Himalaya.

I sali da bagno possono rendere il bagno un momento davvero piacevole e rigenerante.

 

SALI DA BAGNO CON OLI ESSENZIALI doTerra

 

Ingredienti

  • 1 tazza di sale Epsom
  • 10 gocce di olio essenziale di dōTERRA utilizzare un olio essenziale con proprietà rilassanti o lenitive o con benefici per la pelle, tra i miei preferiti uso gli oli essenziali di:
  • lavanda e geranio doTerra, dalle proprietà lenitive e nutritive.
  • limone, pompelmo e menta piperita d’estate, per un effetto detox e rinfrescante.
  • Incenso, mirra e lavanda, per rilassarsi e conciliare il sonno.

 

Indicazioni

  1. Aggiungi 10 gocce del tuo olio essenziale di tua scelta al sale Epsom e mescola.
  2. Riempi il bagno con acqua calda e versa 1⁄4–1⁄2 tazza della miscela di sale Epsom.

 

SCOPRI IL MONDO DOTERRA

CORSO ONLINE

Sonia Varoli

LE NOTE DI FRAGRANZA – OLI ESSENZIALI DOTERRA

Le note di fragranza, oli essenziali doTerra

 

Le note di fragranza degli oli essenziali esprimono la “volatilità”, cioè il grado di velocità con cui gli oli essenziali evaporano una volta  esposti all’aria . Ti sarà capitato di porre una goccia di una miscela di oli essenziali e percepire nei diversi momenti le varie note. E’ affascinante capire il perchè di tutto cio’.

Nel XIX secolo il francese Septimus Piesse trasferì il concetto di scala musicale nell’ambito del profumo, classificando ogni odore sulla base delle note di una scala. Ogni profumo corrispondeva per Piesse ad un semitono.
Da questo modo di applicare i principi musicali all’ambito della profumeria è rimasta la concezione di “nota del profumo”: le note alte o di testa, medie o di cuore e basse o di base.

 

Note di Testa

In questa categoria troviamo gli oli essenziali più leggeri e volatili. Sono solitamente i più freschi, quelli che il nostro sistema olfattivo percepisce per primi . La nota di testa viene difatti paragonata ad il cosidetto “volo del profumo”.

La Nota di Testa riguarda gli oli essenziali ricavati dalle bucce o dai frutti.

È caratterizzata da una vibrazione alta,  gli oli essenziali con nota di Testa sono estremamente volatili, evaporano in fretta e  sono quelli che agiscono più rapidamente a livello psichico. Essi sono solitamente energizzanti, stimolanti e dinamici.

Se si vuole cambiare uno stato mentale o un pensiero e la propria vibrazione in maniera molto rapida si consiglia di utilizzare un olio essenziale appartenente a questa categoria.

 

Alcuni esempi di note di testa

Limone, Mandarino, Arancio, Bergamotto, Litsea, Eucalipto, Pompelmo, Lemongrass, Basilico, Salvia sclarea, Coriandolo, Eucalipto, Grapefruitt, Limone, Lemongrass, Lime, Arancia selvatica, Menta piperita, Petitgrain, Menta verde, Melaleuca.

 

Note  di Cuore

Le note di cuore hanno un profumo mediamente persistente, sono fiorite e  sensuali.  Questo tipo di oli essenziali con tale caratteristica si estraggono dal fusto, dalle foglie, dai fiori e dai petali. Questi oli vanno ad agire, portando  equilibrio al chakra del cuore  e dei vari organi connessi . La Nota di   cuore sono mediamente volatili ed evaporano in circa 4 ore, agiscono sul piano affettivo ed emotivo, sono sensuali, riequilibrano le energie fisiche e psichiche.

Alcuni esempi di note di cuore

Ylang ylang, Chiodi di garofano, Finocchio, Lavanda, Geranio, Camomilla, Gelsomino, Rosa, Pepe nero, cardamomo, coriandolo, cipresso, abete Douglas, finocchio dolce, geranio, bacca di ginepro, lavanda, maggiorana, melissa, origano, camomilla romana, rosmarino, nardo, timo, abete siberiano.

 

Note di Base

Le note di base si sprigionano più lentamente rispetto alle altre, ma ci accompagnano per più tempo: sono l’anima del profumo, caratterizzate da un aroma ricco e profondo, speziato ed intenso.

Gli oli di base vengono spesso usati per fissare altri oli più volatili e stabilizzarli. Il loro profumo viene percepito con la parte bassa del corpo, con proprietà spesso rilassanti e sedative.

La Nota di Base la ritroviamo principalmente negli oli essenziali estratti dalla corteccia e dalle radici.

Le note di base ci ricollegano alla terra, al radicamento,  hanno proprietà rilassanti e  sedative, tli note di fragranza possono  anche permanere 12 ore prima di evaporare del tutto.

Gli oli essenziali con queste caratteristiche agiscono soprattutto sul piano corporeo e sono benefici per i polmoni, rivitalizzano e purificano l’aria .

Alcuni esempi di note di base

Legno di Cedro, Incenso, Mirra, Vetiver, Patchouli, Benzoino, Sandalo, Arborvitae, Tanaceto blu, Cassia, Legno di cedro, Corteccia di cannella, Germoglio di chiodi di garofano, Copaiba, Incenso, Zenzero, Elicriso, Gelsomino, Mirra, Patchouli, Rosa, Sandalo, Vetiver, Ylang Ylang.

Sonia Varoli

SCOPRI IL MONDO DOTERRA

CORSO ONLINE

AROMATERAPIA E MARKETING

AROMATERAPIA E MARKETING

 

 

Aromaterapia e marketing fanno parte del Neuromarketing  e del Branding Sensoriale e puo’ essere un altro tassello importantissimo per la tua attività, di qualsiasi natura essa sia, tutti si preoccupano delle luci, della musica di sottofondo dei colori, del comfort, dimenticando che il senso dell’olfatto è il nostro primo senso coinvolto in una qualsiasi delle esperienze della nostra vita.

Ma a quanto pare gli imprenditori non hanno questa conoscenza, e sai perchè,  il rapporto tra olfatto, emozioni e l’azione che viene suscitata è del tutto inconscia.

L’odore è il più forte dei sensi, ed è in grado, inconsciamente, di portarti a compiere delle azioni o  delle scelte.

Gli oli essenziali e l’aromaterapia sono un ottimo strumento naturale, per aumentare la tua produttività, far crescere il tuo business, le tue vendite e la permanenza del tuo cliente.

I profumi, ancor di piu’ se naturali come gli oli essenziali, stimolano i nostri sensi, ossia raggiungono i bulbi olfattivi che fanno parte del sistema limbico. Essi si collegano direttamente alle aree del nostro cervello che elaborano l’emozioni, tutti questi processi a noi sconosciuti, sono il motivo per cui così spesso qualcosa che odoriamo, innesca in noi un ricordo e delle emozioni.

 

L’ERA DEL MARKETING EMOZIONALE

 

Come saprai questa è l’era del marketing emozionale, in questa nostra era, gli acquisti non sono più legati ai bisogni primari ed alle vecchie leggi del marketing, ma all’emozioni; sono l’emozioni che ci guidano, anche nella scelta di cosa acquistare e quale locale frequentare.

Fatta questa breve premessa, ti sarà facile capire, per te che stai cercando strategie , che nel marketing olfattivo puoi trovare risposte alle tue esigenze in modo da attirare nuovi clienti e far vivere  loro delle esperienze che creano emozioni, migliorando l’umore del cliente e conseguentemente la loro soddisfazione andando ad innescare una fidelizzazione.

 In che modo l’aromaterapia può essere utilizzata come strumento efficace per il marketing.

 

Il marketing dei profumi offre numerosi vantaggi nel mondo di oggi. È stato dimostrato che con l’uso di un profumo adeguato è possibile migliorare facilmente l’esperienza del cliente. Puoi anche incoraggiare i tuoi clienti a trascorrere più tempo nel tuo negozio o ristorante, nonché a vivere un’ esperienza emotiva che coinvolga i sensi.

Perciò, l’aromaterapia, nell’era del marketing emozionale è la chiave, quel tassello mancante, che può aiutare anche a migliorare le vendite.

Benefici del Marketing Aromatico

I grandi marchi e chi studia il marketing da tempo hanno fatto proprie queste conoscenze e le stanno applicando con grandi risultati.

In ambito di Marketing olfattivo sono state fatte ricerche, dove è emerso, che i clienti spendono di più.

 

Il marketing  olfattivo offre molti vantaggi:

  • Aumenta il riconoscimento del tuo brand o marchio.
  • Evoca emozioni.
  • Prolunga il tempo di permanenza dei clienti.
  • Migliora l’esperienza degli ospiti.
  • Rende il tuo marchio indimenticabile.
  • Aumenta le vendite.
  • Attira nuovi clienti.
  • Migliora le prestazioni sul posto di lavoro.
  • Crea fidelizzazione al tuo brand.

 

Di tutto ciò avrai avuto anche tu esperienza, in questi anni grandi aziende hanno puntato sul Marketing Olfattivo, come ad esempio: Abercrombie & Fitch, hotel, Disney, Starbucks e Zara  .

Oppure hai provato tale esperienza in negativo, come ad esempio l’odore tipico di un Ospedale, del benzinaio o di un prodotto a te non gradito  .

 

 

CHE OLI ESSENZIALI USARE NEL MARKETING OLFATTIVO

 

Per stimolare i clienti all’impulso d’acquisto, la fragranza deve essere in armonia sia con il contesto dell’ambiente, che con il tipo di prodotto o servizio offerto e anche lo stile da te proposto deve essere in armonia.

Il segreto è mantenere semplici le miscele da te scelte, poiché, l’uso di profumi forti può provocare l’effetto inverso sui tuoi clienti .

Profumi semplici come l’olio essenziale di arancia, pompelmo e le note agrumate, sono consigliati nei piccoli negozi ed attività.
L’olio essenziale di arancia è considerato l’olio del buon umore, rilassante, di facile elaborazione per la mente, inoltre aiuta i clienti a concentrarsi sul loro obiettivo principale, ossia lo shopping.

Mantieni sempre una coerenza tra l’aroma dell’essenza e la tua attività, brand o prodotto /servizio.
Voglio darti qualche semplice , ma efficace suggerimento:

  • l’ olio essenziale come vetivier o sandalo è ottimo per prodotti uomo come l’abbigliamento maschile o il kit da barba.
  • Le note fiorite come la rosa, il geranio, neroli e la lavanda in contesti con prodotti e/o servizi per donne .
  • Nei ristoranti, bar o luoghi ove c’è un connubio tra cibo e convivialità, note troppo fresche come menta piperita , sono sconsigliate, meglio note calde come cannella o floreali rilassanti come ylang-ylang e salvia sclarea.
  • Nelle sale d’attesa di uffici, studi professionali ed anche studi medici , si consigliano oli essenziali come: lavanda, arancia dolce, lemongrass e mandarino, che risultano essere rilassanti ed ottimali per ridurre la carica batterica di un ambiente chiuso .
  • Nelle SPA, centri benessere o Saune, gli oli essenziali hanno fatto già accesso da tempo, sono ottime le fragranze come : lavanda , incenso , mirra, malaleuca, arancia, menta piperita ed eucalipto.

 

Una corretta ed attenta selezione di oli essenziali, può creare un ambiente straordinario che incoraggerà i clienti a soffermarsi nel tuo negozio, o attività, ma gli oli essenziali che stai per usare devono essere scelti con cura, essere veramente puri di qualità, per l’ottimizzazione del risultato.

 

PERCHE’ USARE OLI ESSENZIALI NEL MARKETING OLFATTIVO

E’ molto importante usare le sostanze naturali come gli oli essenziali, verso le sostanze di sintesi chimica, proprio per l’azione che essi svolgono sulle nostre cellule . Utilizzare diffusori con oli essenziali puri è il metodo più sano ed armonioso, per far vivere al tuo cliente un esperienza emotiva e sensoriale pura e di qualità.

Gli oli essenziali di grado terapeutico, usati in aromaterapia, non solo stimolano i nostri sensi, ma supportano il nostro sistema immunitario e vengono assorbiti a livello cellulare. Usare sostanze naturali e pure è essenziale.

Sonia Varoli

 

SCOPRI GLI OLI DOTERRA ACQUISTA CON IL  25% DI SCONTO

CORSO ONLINE

 

OLI ESSENZIALI PER LA SAUNA

OLI ESSENZIALI PER LA SAUNA

 

Gli Oli essenziali per la sauna, sono un modo veramente benefico,  un rituale di benessere e purificazione, da introdurre nella tua routine.

E’ arrivato l’autunno, il tempo perfetto per la purificazione, il periodo in cui puoi coccolarti nei centri benessere e termali, tra particelle di vapore, aromi e trattamenti olistici, mirati alla purificazione fisica ed energetico sottile.
Lo scopo principale della sauna è un vero e proprio rituale di purificazione, associare le proprietà ed i benefici degli oli essenziali, puo’ intensificare la tua esperienza in sauna.

 

QUALI OLI ESSENZIALI SONO OTTIMI PER LA SAUNA

 

Tra la vasta gamma di oli essenziali, ci sono alcuni oli che sono più indicati, tra cui:

  • Eucalipto
  • Menta Piperita
  • Pino
  • Lavanda
  • Sandalo
  • Limone
  • Tea Tree
  • Salvia Sclarea
  • Cipresso
  • Betulla
  • Rosmarino
  • Lime
  • Pompelmo
  • Bergamotto

 

I MIEI OLI ESSENZIALI PREFERITI IN SAUNA

 

EUCALIPTO


L’eucalipto è uno degli oli essenziali più utilizzato in sauna, emana un odore fresco, penetrante e allo stesso tempo rilassante, oltre ad avere molte proprietà terapeutiche decongestionante, espettorante, antibatterico .
L’olio essenziale di eucalipto è ottimo per risolvere e prevenire problematiche respiratorie, in sauna si sprigiona la sua fragranza e la nostra risposta olfattiva è immediata ed emotivamente ci risveglia facilitando l’apertura mentale, l’attenzione e la comunicazione.

 

LAVANDA


L’olio essenziale di Lavanda è inebriante e rilassante, una aroma avvolgente ottima per rilassarsi e coccolarsi. Ha proprietà calmanti, decongestionanti oltre che antibatteriche.
Emotivamente calma la mente e rilassa contrastando l’insonnia, il nervosismo, le tensioni, favorendo il buon umore.

 

MENTA PIPERITA

L’olio essenziale di MENTA PIPERITA, con la sua fragranza penetrante, riattiva il corpo sia da un punto di vista fisico, che mentale ed energetico sottile. Ottimo per le problematiche correlate al tratto respiratorio e le congestioni bronchiali.

 

AGRUMI


Gli oli essenziali agrumati creano un atmosfera benefica e positiva, sono considerati olio del buonumore, energizzano il corpo e la mente. Gli oli essenziali agrumati, hanno proprietà antiossidanti, purificanti e stimolano il sistema immunitario e sono antibatterici.

 

COME USARE GLI OLI ESSENZIALI IN  SAUNA

Una volta acquistati gli oli essenziali di alta qualità, come doTerra che sono di grado terapeutico, il passo successivo è preparare gli oli con acqua, poichè gli oli essenziali non possono essere posizionati direttamente puri in sauna, è necessario diluire gli oli essenziali con acqua per beneficarne correttamente.

La soluzione suggerita per usare gli oli essenziali in sauna è di 1L di acqua con circa 4 gocce di olio essenziali, che puoi preparare nel secchio di legno naturale o  riporre in un pratico flacone spray.

Dopo aver messo gli oli essenziali nella bottiglia spray, è opportuno agitare la soluzione, puoi spruzzare le rocce della sauna con questa soluzione. Assicurati di non spruzzare troppo perché l’odore potrebbe essere molto d’impatto.
E’ ottimo anche per disinfettare, in modo naturale, le pareti ed i sedili della sauna stessa.

Per preparare la soluzione ed utilizzarla sulle pietre naturali calde ti consiglio il secchio apposito di legno naturale.

 

 

Scopri come acquistare gli oli essenziali puri doTerra con lo sconto del 25%  CLICCA QUI

Sonia Varoli

Gli Ufo Esistono

GLI UFO ESISTONO

 

Gli Ufo Esistono, è la dichiarazione fatta finalmente dal mondo cosiddetto ” ufficiale” che ci dichiara  questa  affermazione, non a caso proprio il 19/09/2019 ! Ci hai riflettuto ?

E con questa dichiarazione “gli ufo esistono”, cala uno dei “veli Maya” e tutti finalmente possono parlare liberamente!

 

Questo mondo è così , quel che vedi percepisci e senti è considerato zero finché il mondo ufficiale non ne ammette l’esistenza!

Pensa a quante persone hanno combattuto e sofferto negli anni, per far emergere e raccontare cose viste e percepite sugli alieni, ma piuttosto venivano considerati pazzi, pur di non dar loro l’approvazione !

Ma infondo cosa significa Alieno dal puno di vista etimologico,  dal latino alienus: appartenente ad altri, altrui; straniero; estraneo, In generale indica una qualunque cosa o soggetto estraneo all’ambiente di riferimento. In parole semplici tutto ciò che non ci appartiene e che non conosciamo.

Crollo di un Velo di Maya

 

Con la dichiarazione gli ufo esistono crolla un velo , chi è cosciente sa che non importa esporsi è l’esperienza del proprio vissuto ad essere la guida, sia che si parli di alieni ufo o di qualsiasi altra cosa taciuta dal mondo che ci domina!

Pensaci quante cose che un tempo apparivano folli, oggigiorno sono accettate!

La stessa cosa accade alle  terapie alternative, i chakra, la visione dell’aura, così come per le scie chimiche, gli alieni o la dieta vegana considera anticancerogena o i danni della Monsanto e le vaccinazioni di massa !

Adoro una affermazione!

“E coloro che furono visti danzare vennero giudicati pazzi da quelli che non potevano sentire la musica! “

Friedrich Nietzsche

 

Non vi è verità

Io non ho la verità in tasca e forse nessuno la possiede , ma se ti connetti con presenza, al tuo essere interiore, al tuo centro , poco importa quel che accade fuori, e quel che sono le verità condivise ed approvate, le tue esperienze, le tue vibrazioni saranno la guida per non dipendere più,  dall’approvazione di ciò che pensano o credono gli altri !

Come raggiungere il tuo centro interiore

 

Ma come si raggiunge la connessione col proprio centro interiore? Attraverso la meditazione, l’assenza del tutto e la vera presenza.

Per meditare e concentrarti gli oli essenziali possono aiutarti e ti spiego il perchè: io li uso in base alle frequenze Mhz, poiché nonostante il mondo ci celi l’approvazione di essere degli  esseri vibrazionali , questo è ciò che siamo !

Gli oli essenziali ed il mondo vibrazionale

 

Gli oli essenziali emettono uno spettro di frequenze MHz che derivano dai legami tra gli elementi di cui sono composti ; ogni molecola ha legami tra gli atomi di carbonio, idrogeno e ossigeno ed agiscono come stringhe di vibrazione differente, proprio come uno strumento musicale o le nostre onde cerebrali che emettono frequenze .

La gamma di frequenze vibrazionali che sono state misurate per gli oli essenziali vanno da 52 a 320 MHz.

Ad esempio, il basilico è stato misurato con un fondamentale di 52 MHz, lavanda a 118 MHz e la Rosa a 320 MHz.

La vibrazione di un Olio essenziali può quindi modificare il nostro campo vibrazionale e cellulare.

Condivido con te la vibrazione MHz

  • Rosa 320 Mhz
  • Incenso 147 Mhz
  • Mirra 105 Mhz
  • Elicriso 181 Mhz
  • Melissa 102 Mhz
  • Lavanda 118 Mhz

 

Condivido con te il mio amato Blend High Vibes con oli essenziali  doTerra :

  • Incenso 5 gocce
  • Mirra 5 gocce
  • Rosa 5 gocce
  • Lavanda 5 gocce
  • Eliscriso 5 goccie

 

Come lo uso :

Diluisco 5 gocce di ognuno di questi oli essenziali in 5 ml di olio di cocco dõTerra dentro una bottiglietta rollon, se hai la pelle sensibile di consiglio 10 ml.

Applico il mio blend sui polsi, sui Chakra e sul terzo occhio per aprirlo e connettermi con la parte sottile e spirituale innalzando la mia vibrazione, poiché si sa , che il mondo la fuori lo dica o no , siamo esseri vibrazionali e per star in armonia devi vibrare alto!

Sonia Varoli

Se vuoi comprare gli oli essenziali doTerra con lo sconto del 25% CLICCA QUI

Se vuoi scoprire il mio CORSO ONLINE CLICCA QUI

smettere di fumare con gli oli essenziali

SMETTERE DI FUMARE CON GLI OLI ESSENZIALI

 

Smettere di fumare con gli oli essenziali è davvero possibile ?

Voglio parlarti di come gli oli essenziali possono esserti d’aiuto per smettere di fumare, forse sei perplesso o semplicemente curioso, ma leggendo questo articolo scoprirai come smettere di fumare con il supporto degli  oli essenziali !

LA DIPENDENZA DA FUMO

Partiamo col definire l’uso del tabacco, come saprai o come avrai sperimentato, la nicotina crea una vera  e propria dipendenza fisica, psicologica ed emotiva, che spesso destabilizza  la nostra volontà rendendoci incapaci di smettere.

Avrai provato varie volte, anche con determinazione, ma poi ci sei ricascato.

Oggi voglio spiegarti come l’uso degli oli essenziali puo’ essere determinante, per riuscire finalmente a dire Basta a tale dipendenza e riprendere in mano tu le redini della tua vita .

L’aromaterapia aiuta non solo a gestire la dipendenza da nicotina, ma anche a trattare   i sintomi dell’astinenza  da nicotina che si presentano, come:

  • irritabilità,
  • impazienza,
  • ansia,
  • depressione,
  • mancanza di concentrazione,
  • irrequietezza,
  • aumento di peso.

 

PEPE NERO L’OLIO ESSENZIALE TOP PER SMETTERE DI FUMARE

 

L’olio essenziale  piu’ indicato per smettere di fumare è l’olio essenziale di PEPE NERO, il vapore dell’olio essenziale di pepe nero, quando inalato, riproduce  le sensazioni, nel tratto respiratorio, sperimentate durante il fumo, riducendo così la voglia di sigarette.

COME USARLO

 

Tutte le volte che senti la voglia di una sigaretta, ma anche a livello preventivo , prova ad usare l’olio essenziale di pepe nero nei seguenti modi:

  • La semplice inalazione dalla bottiglietta può riduce la voglia di fumare.
  •  Usalo anche nel diffusore in modo da gestire la voglia di nicotina anche a livello emozionale.
  •  Diluiscilo in olio di cocco e passalo sui polsi.
  • Metti alcune gocce in un fazzoletto o in un braccialetto di pietre laviche ed annusalo al bisogno.

Sono state fatte ricerche scientifiche sull’uso del pepe nero per smettere di fumare.

SCOPRI COSA DICE LA RICERCA

 

ALTRI OLI ESSENZIALI DI SUPPORTO PER SMETTERE DI FUMARE !

 

Quando si smette di fumare , spesso si ha irrequietezza, si è in una fase delicata , viene a mancare una gestualità e routine che va ad ogni modo a destabilizzare la persona.

Inoltre, eliminare una dipendenza nella propria quotidianità, mette in moto una serie di manifestazioni emotive che sono spesso difficili da governare, ecco quindi altri oli essenziali che possono supportarti in questa fase delicata e veramente far la differenza tra riuscire o fallire!

Olio essenziale di Lavanda

Diffondilo o inala l’olio essenziale di lavanda per contrastare l’irritabilità e ansia.

Puoi anche massaggiare la pianta dei  piedi con l’olio di lavanda diluito in olio do cocco , la lavanda è nota proprio per il suo potere calmante.

 

Miscela Balance

La miscela Balance è ottima per riconneterci nei momenti di instabilità , usa alcune gocce nel diffusore o massaggia la pianta dei piedi, diluendolo in olio do cocco o altro olio vettore.

Miscela Forgive

Spesso smettere di fumare smuove emozioni di frustrazione e rabbia, la miscela forgive ci aiuta nel lasciar andare, accettare e superare questa fase raggiungendo  una pace interiore.

 

Perline di olio essenziale di Menta Piperita

Le perline contengono 1\4 di goccia  di olio di Menta Piperita e possono aiutarci a contrastare la voglia di una sigaretta.

 

Olio essenziale di Arancia e agrumati

L’Arancia e gli oli essenziali dalle note agrumate, sono note per essere di supporto per il buon umore, usalo in diffusione

per contrastare gli sbalzi d’umore. Utilissimo anche per debellare l’odore di fumo in luoghi chiusi tipo in auto.

Slim & Sassy Metabolic chewing gum

Queste chewing gum contrastano la tipica fame che si ha in questa  fase delicata in cui si soffre d’astinenza di tabacco

e puo’ essere veramente utile.

 

ACQUISTA GLI OLI ESSENZIALI DOTERRA COL 25% DI SCONTO

ACCEDI AL CORSO ONLINE

Sonia Varoli

 

 

I TOP RIMEDI AYURVEDICI

I TOP RIMEDI AYURVEDICI

 

 

In questo articolo scopriamo i Top rimedi ayurvedici, per comprendere come migliorare il nostro benessere e come mantenerlo, dobbiamo capire come in ayurveda venga inteso un “Rimedio Ayurvedico” .

Nella filosofia e Medicina  Ayurvedica, un rimedio ayurvedico è chiamato  Rasayana , ossia un preparato da usare per la promozione della longevità, solitamente questi rimedi ayurvedici detti rasayana, sono a base di erbe e vengono usati per promuovere e mantenere la salute in modo ottimale e per prevenire e mitigare  gli effetti dell’invecchiamento.

 

Charaka sutra sthana, Chapter 30, verse 9

वर्तयन्ति प्रीणिताः सर्वदेहिनः [ |
यदृते सर्वभूतानां जीवितं नावतिष्ठते||९||

Vartyanti pidhitaah sarvadehinah,yadhyte sarvbhutaanaam jivitam na-avtishthete

No Life Without Ojas….

Ojas mantiene tutti gli esseri viventi .
Non può esserci vita senza Ojas.

 

 

Rasayana Rimedi Ayurvedici

 

Rasayana, quindi,  si definisce come la scienza della promozione della longevità, ed include:

  • alimenti
  • nutrienti,
  • meditazione,
  • pratiche yoga

 

Nell’alchimia, la terapia rasayana si riferisce a rimedi erboristici  in cui la preparazione erboristica tipica comprende da 10 a 20 diverse erbe miste a frutta o minerali. Può essere somministrato in vari modi: paste, marmellate, burri, tinture, polveri, tè e pillole.

 Ci sono molti rasayana tradizionali; alcuni nutrono i tessuti, altri ringiovaniscono, altri rafforzano il sistema immunitario, alcuni aumentano la forza, la vitalità e la resistenza, alcuni equilibrano il sistema nervoso ed alcuni rafforzano il sistema riproduttivo.

 

 CHYAWANPRASH  IL TOP DEI RIMEDI AYURVEDICI

 

 

Uno dei più maestosi Rasayana è Chyawanprash  è stato usato in India come un elisir di vita per migliaia di anni. Studi scientifici hanno ora dimostrato questa incredibile formula ha proprietà antiossidanti molto potenti e la capacità di arrestare e migliorare molti delle nostre  moderne malattie  e disordini autoimmuni.

 

Chywanaprash è meticolosamente preparato, contiene fino a cinquanta diversi composti a base di erbe e ha una delle più alte concentrazioni di vitamina C di un qualsiasi prodotto naturale, è una marmellata di erbe indiana ayurvedica pura e naturale. Chyawanprash è preparato secondo la tradizione ayurvedica da 5000 anni, negli antichi testi ayurvedici come Charaka Samhita è citato per promuovere la buona salute.

Esso equilibra tutti e tre i dosha e può essere assunto quotidianamente per rafforzare la fisiologia , proteggere le difese immunitarie sistema e mantenere l‘Ojas.

Personalmente ho scoperto proprio questo fantastico Chyawanprash, presso Ayurveda Pura di Londra , e vi assicuro che è il migliore si per gusto che per risultati.

 

CHYAWANPRASH IL SUPER FOOD

 

 

Chyawanprash  Rasayana è veramente magnifico, qualificato super food, “super cibo”, che nutre e rafforza sia la mente che corpo. È stato considerato un “elisir di vita” per migliaia di anni e si sta dimostrando uno dei più forti antiossidanti noti all’uomo con la capacità di arrestare e migliorare molte delle nostre malattie moderne e molti disordini autoimmuni.

È preparato meticolosamente da mani sapienti,  equilibra tutti e tre i dosha e può essere assunto ogni giorno , questa formulazione è  adatto a vegetariani e vegani e non contiene derivati del latte o ghee, conservanti o aromi artificiali.

Si consiglia di assumere 1-2 cucchiaini di questa marmellata dolce e piccante due volte al giorno. Puoi mangiare Chyawanprash direttamente dal cucchiaio, spalmarlo sul toast, aggiungerlo alla tua tisana preferita o mescolarlo con latte vegetale caldo per fare una bevanda deliziosamente gustosa.

 

Gli ingredienti principali di Chyawanprash sono:

 

Saccharum officinarum (Canna da zucchero), Emblica officinalis, Maltodextrin, Pueraria tuberosa, Bacopa monniera, Piper longum, Aegle marmelos, Gmelina arborea, Oroxylum indicum, Clerodendrum phlomidis, Stereospermum suaveolens, Desmodium gengaticum, Uraria picta, Solanum indicum, Solanum surrattense, Adhatoda vasica, Boerhaavia diffusa, Curcuma zedoaria, Cyperus rotundus, Dioscorea bulbifera, Glycyrrhiza glabra, Nymphaea stelleta, Phaseolus trilobus, Phyllanthus niruri, Pistacia integerrima, Teramnus labialis, Terminalia chebula, Tinospora cordifolia, Crocus Sativus, Sodium Benzoate, Elletaria cardamomum, Cinnamomum tamala, Asparagus racemosus, Anacyclus pyrethrum, Mesua ferrea, Cinnamomum zeylanicum, Caryophyllus aromaticus,  Sesamum .

 

BENEFICI PRIMARI

 

Chyawanprash è una  formula tridosica, ossia è indicata per tutti i dosha: vata, pitta e kapha; stimola il metabolismo e accende il fuoco digestivo senza  pero’ aggravare  pitta, ottimo riequilibrante per il dosha  vata e kapha, inoltre agisce rafforzando il corpo contro gli effetti  della vita stressante. Le erbe energizzanti rafforzano il sistema immunitario e aiutano a mantenere la salute e il benessere durante tutto l’anno.

  • E’ un eccellente preparato che favorisce ringiovanimento per la mente e il corpo.
  • Supporta il corretto funzionamento del sistema immunitario.
  • Promuove un metabolismo sano.
  • Supporta la funzionalita’ degli orgni ed apparati.
  • Nutre e rinforza il corpo, fornendo energia e vitalità.

 

COSA DICE LA RICERCA CLINICA

 

Sono vari gli articoli pubblicati in PubMed su Chyawanprash; in Italia è ancora poco conosciuta la Scienza dell’Ayurveda, ma gradatamente sempre piu’ persone si avvicinano all’uso di sostanze derivanti dalla natura e preparate come da tradizione ayurvedica antica. Ti menziono alcuni articoli usati come fonte di ricerca per l’articolo.

 

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/27496580

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28867858

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/27854199

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25872246

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31035513

 

 

 

 

TRIPHALA  RIMEDIO AYURVEDICO

 

Scopriamo ora la Triphala, anch’esso considerato un Super Food, essa contiene  i tre frutti indiani Amalaki, Haritaki e Bibhitaki è considerata una “rasayana tri-dosico“, ossia indicato sia per vata, pitta e kapha, è uno dei più popolari rimedi a base di erbe ayurvediche in quanto aiuta ad equilibrare l’elemento aria, correggere la stitichezza e l’irregolarità dell’intestino, ma è anche una sorta di  panacea universale per  tantissime problematiche.

 

 

BENEFICI DELLA TRIPHALA

 

Aiuta a purificare il sangue e a disintossicare il fegato poiché possiede proprietà che aiutano a stimolare il flusso biliare e  la peristalsi.

È un potente tonico in quanto è ricco di vitamina C, olio linoleico, fosfolipidi e altri importanti nutrienti.

È ricco di antiossidanti che combattono i radicali liberi e ha proprietà antiossidanti e antibatteriche.

Tonifica e protegge il cuore riducendo allo stesso tempo la pressione sanguigna e riducendo i lipidi  ed il colesterolo.

Aiuta la digestione e assimilazione del cibo, migliora la circolazione sanguigna e ha proprietà antiinfiammatorie.

Rivitalizza il tutto il corpo rimuovendo tossine e gas, inoltre,  nutre il sistema nervoso, gli organi interni , i tessuti e annessi cutanei. Contrasta l’affaticamento e problematiche della pelle.

Può essere usato per molteplici disturbi ed è un ottimo rasayana che ci permette di mantenere il nostro organismo in equilibrio  promuovendo il benessere e la longevita’.

 

 

La triphala ha la proprieta’ unica di ripulire in nostro organismo dalle tossine dette “Ama” e contemporaneamente nutrire il nostro orgnismo,  tale proprietà  è data dai tre frutti Amalaki, Haritaki e Bibhitaki , ci cui è composta.

 

Proprieta’ dei 3 frutti della Triphala

 

Amalaki (Emblica officinalis): ha un effetto  pacificante per pitta,  supportando le naturali funzioni delle vie biliari, fegato e del sistema immunitario è rinfrescante allevia le infiammazioni e coltiene vit. C.
Bibhitaki (Terminalia belerica): ha un effetto di riequilibrio  per  kapha, supporta l’apparato respiratorio e l’accumulo di kapha nel nostro organismo.
Haritaki (Terminalia chebula): pur  essendo riscaldante e ottimo per vata, è comunque buono per tutti e tre i dosha . È nota l’azione di rimuove le tossine ed aiuta il transito intestinale.

 

COME SI USA LA TRIPHALA

 

La Triphala si puo’ trovare o  in polvere, o in pratiche compresse, per uso interno sono piu’ pratiche le compresse, per impacchi ed uso esterno si consiglia la polvere. Solitamente si assumano  2 compresse da due a tre volte al giorno, come sempre è sempre meglio chiedere al proprio medico di fiducia.

 

 

COSA DICE LA RICERCA CLINICA

 

Sono molti gli articoli di bibliografia scientifica che trattano i benefici della triphala, ti  menziono alcuni articoli che ho utilizzato come fonte di ricerca per l’articolo.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5567597/

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3746571/

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/27966480

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31375093

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/30034512

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29491641

 

By Sonia Varoli

Meditazione Merkaba

Meditazione Merkaba: tutto ciò che devi sapere!

 

La meditazione Merkaba è un’antica pratica che risale al 100 a.C.

In questo articolo, troverai una guida, scoprirai come praticare la meditazione Merkaba, qual è il campo energetico di Merkaba e ti guidero’ attraverso tutto ciò che devi sapere!

Che cos’è la meditazione Merkaba?
Che cos’è l’energia Merkaba?
Meditazione Merkaba
Istruzioni di meditazione Merkaba
Suggerimenti per la meditazione Merkaba ed oli essenziali suggeriti.

 

Ma cos’è la meditazione Merkaba?

 

Cos’è la meditazione Merkaba, la meditazione Merkaba è un’esperienza mentale e spirituale che ti consente di connetterti con il tuo sé superiore a livello cosciente.

Tramite 18 diversi prana Merkaba o tecniche di respirazione, puoi creare un maggiore senso di concentrazione e consapevolezza mentre acquisisci il controllo dei tuoi campi energetici ed entri in diversi piani della realtà.

Questo processo energetico è una delle più potenti tecniche di meditazione che è stata utilizzata fin dai tempi antichi.

Cosa significa Merkaba?

Merkaba o Merkabah (mer-KA-ba) simboleggia il corpo, la luce e lo spirito.

Questa parola sacra ed antica, può essere divisa in tre componenti per una traduzione più profonda.

 

Mer: “Mersi riferisce ai due campi di luce rotanti dentro di te che si formano quando ti impegni in determinati schemi respiratori

Ka: “Ka” rappresenta il proprio spirito

Ba: “Ba” si riferisce al tuo corpo fisico o al modo in cui il tuo spirito interpreta la sua realtà a parte.

 

Attivazione di Merkaba: come attivare Merkaba

 

 

La Merkaba può essere accesa solo attraverso l’atto della meditazione.

Guadagnando Merkaba, puoi raggiungere un nuovo potenziale nella vita in quanto apre il tuo corpo, la tua mente e il tuo spirito a nuove esperienze.

 

Ci sono molti vantaggi nell’entrare nella quarta e quinta dimensione tramite la meditazione Merkaba.

Con elevata consapevolezza  raggiungerai, meno stress, migliore salute ed emozioni equilibrate e accesso agli infiniti aspetti della tua esistenza per goderti appieno la tua vita.

Se questo tipo di meditazione viene eseguito con precisione, le componenti intuitive e ricettive (femminili) e dinamiche e attive (maschili) della tua mente e spirito saranno integrate come una sola.

Che cos’è l’energia Merkaba?

 

L’intero processo della meditazione Merkaba ruota attorno all’energia.

La Merkaba presenta due campi elettromagnetici basati sulla Legge del genere.

Una spirale elettrica è maschio, mentre l’altra spirale elettrica è femmina.

L’energia in questo senso non è semplicemente meccanica.

Piuttosto, l’energia di Merkaba è un’energia vivente che può essere guidata attraverso i sentimenti (il cuore) e i pensieri (il cervello).

L’energia di Merkaba è una delle più alte potenze di energia nell’universo.

 

 

Questo tipo di energia ha il potere di curare sia lo spirito che il corpo:

Il corretto equilibrio dell’energia Merkaba può non solo aiutarti a capire meglio te stesso, ma l’intero universo.

Con energia Merkaba bilanciata, è possibile ricevere e trasmettere un livello esteso di vibrazioni di energia della sorgente.

Che cos’è un campo Merkaba?

 

Diversi campi energetici di forma geometrica circondano il tuo corpo.

In effetti, ogni essere vivente nell’universo ha i suoi campi energetici, incluso un campo Merkaba.

Un campo Merkaba è spesso definito come il tuo corpo di spirito leggero e ti consente di viaggiare verso dimensioni superiori e di ascendere attraverso la vita.

Il campo Merkaba circonda permanentemente i sette strati del tuo campo aurico, un campo elettromagnetico di energia che riflette la salute fisica, mentale ed emotiva del tuo corpo e interagisce con i tuoi sette chakra.

In circostanze normali, il campo Merkaba gira intorno a noi alla velocità della luce.

Tuttavia, la maggior parte delle persone ha campi energetici molto lenti o completamente statici.

Dicono che se non lo usi, lo perderai:

Questo è anche il caso della tua Merkaba.

Tuttavia, con la meditazione Merkaba, puoi riequilibrare il tuo campo energetico.

Sebbene di solito non possa essere visto ad occhio nudo, un campo energetico Merkaba, coinvolge due tetraedri o piramidi che si intersecano e ruotano in direzioni opposte.

Una volta attivato Markaba, il suo campo di energia si diffonderà in una forma di piattino che è di circa 55 piedi di larghezza.

 

Per coloro che possono vedere fisicamente un campo Merkaba, sembrerà una sfera o un globo bianco attraverso il suo sviluppo.

 

Vedere il codice 1212 è spesso un segno che stai sviluppando il tuo corpo di luce e stai acquisendo un nuovo livello di coscienza oltre il regno fisico in cui viviamo.

 

Meditazione Merkaba

Quando ci si impegna nella meditazione Merkaba, il corpo non funziona da solo, ma anche la mente gioca un ruolo critico.

Parte del processo mentale di attivazione della tua Merkaba sta tentando di visualizzare il tuo campo Merkabico.

Sebbene l’energia non possa essere vista attraverso i soliti sensi, questo è qualcosa che dovrai insegnare a te stesso a visualizzare con la tua mente.

In casi molto rari, le persone che hanno la capacità di vedere aure o campi energetici possono essere in grado di vedere una Merkaba ad occhio nudo e vi assicuro che è una esperienza unica.

 

Istruzioni per la meditazione del tetraedro a stella Merkaba

 

 

Considerando che la maggior parte delle persone non può vedere i campi energetici, specialmente nei paesi occidentali, la visualizzazione Merkaba implica l’immaginazione o la percezione della tua Merkaba che gira intorno a te.

Visualizza una forma di tetraedro che ti circonda con l’apice rivolto verso il sole.

Il punto dovrebbe essere rivolto verso la parte anteriore per la piramide maschile e la parte posteriore per la piramide femminile.

Immagina una vivida luce bianca.

 

Saprai di aver padroneggiato il processo di visualizzazione quando puoi visualizzare una rotazione continua.

 

 

La prossima sfida di visualizzazione a questo punto è quella di sovrapporre completamente le due piramidi per formare la forma della Merkaba.

Immagina queste figure sovrapposte che ruotano continuamente in direzioni opposte.

Guarda come la luce bianca si muove attraverso l’apice della tua Merkaba e attraverso ciascuno dei tuoi chakra.

Mentre visualizzi le energie rotanti, potresti avere un po ‘di vertigini.

E ‘normale:

Durante questo processo, è anche possibile che tu possa vedere forme o simboli geometrici, assistere a strane luci o persino sentire voci.

Per garantire che Merkaba sia completamente attivato e rimanga tale, è importante impegnarsi nella visualizzazione su base giornaliera.

Se hai difficoltà a visualizzare la tua Merkaba nella tua testa, prova a sentire o percepire la tua Merkaba che gira intorno a te.

Istruzioni di meditazione Merkaba

Sebbene la meditazione Merkaba sembri un processo complesso, impegnarsi in questo può essere abbastanza facile.

Tuttavia, ognuno potrebbe avere un’esperienza diversa.

Il processo di meditazione Merkaba prevede 18 diversi respiri.

18 meditazione respiro Merkaba.

 

Fase 1: raggiungere l’equilibrio

Respiri da 1 a 6:
Mentre inspiri, apri il tuo cuore il più possibile mentre eserciti il tuo amore per tutte le vite.

Siediti sul pavimento in una tipica posizione di meditazione.

Gesticola le mani in una tradizionale posizione di meditazione  con la punta dell’indice che tocca la punta del pollice su entrambe le mani, con i palmi delle mani rivolti verso l’alto.

La respirazione attraverso i respiri uno e due comporta l’inspirazione attraverso le narici e poi attraverso lo stomaco, il diaframma e poi il torace.

 

 

Tenere premuto per sette secondi prima di espirare per sette secondi attraverso l’addome mentre si ruotano leggermente gli occhi l’uno verso l’altro e poi si alza lo sguardo.

Potresti sentire formicolio alla schiena, il che indica che è tempo di passare al secondo respiro.

Ripeti le stesse istruzioni per il secondo respiro, solo con le punte dei pollici che toccano ora le punte del medio.

Per il terzo respiro, tocca la punta della terza mano. Per quanto riguarda il quarto respiro, fai la stessa tecnica, toccando invece la punta del quarto dito.

Arrivando al quinto respiro, ripeti l’esercizio di respirazione con le punte delle dita sulle punte delle prime dita.

Quindi per il sesto respiro, ripeti il ​​secondo mudra e respira.

 

Fase 2: ottenere energia pranica

 

Respiro 7:

Sentendo l’amore nel tuo cuore, inspira profondamente mentre entri nel respiro sette senza trattenere il respiro.

Il pollice dovrebbe toccare leggermente il primo e il secondo dito su entrambe le mani con i palmi rivolti verso l’alto.

Durante questo respiro, visualizza un  canale energetico che corre verticalmente da sopra la testa attraverso sotto i piedi.

Senti come l’energia dalla parte superiore del tuo canale energetico he incontra l’ombelico.

Quindi senti il ​​trasferimento di energia dall’ombelico verso il fondo del sistema energetico interno.

 

Respiro 8 – 13:
Entrando nel respiro otto, fai lo stesso respiro e mudra dell’ultimo respiro, inspirando naturalmente senza fermarti.

L’energia vicino alla zona dell’ombelico dovrebbe crescere durante questo respiro, raggiungendo la sua dimensione massima mentre espiri lentamente.

Il nono respiro dovrebbe presentare la stessa tecnica nel mudra e nella tecnica di respirazione.

L’energia pranica dovrebbe diventare ancora più luminosa.

Il processo di inalazione e mudra di nuovo dovrebbero essere gli stessi del respiro dieci.

Tuttavia, questa volta mentre inspiri, l’energia all’interno del tuo canale energetico raggiunge la sua capacità massima e diventa una sfera bianca molto luminosa.

 

 

Rilascia il respiro attraverso le labbra increspate, rilasciando con la pressione.

Mentre espiri, la sfera di energia dovrebbe raggiungere la fine della punta delle dita, avvolgendo tutto il tuo corpo in una luce bianca e brillante.

Dall’undicesimo, dodicesimo e tredicesimo respiro, continuano la stessa tecnica e mudra.

Senti l’energia all’interno del tuo canale energetico che stai visualizzando trasferisci su e giù prima di sistemarti nella tua zona dell’ombelico, diventando una palla più grande.

 

Respiro 14:

Inspirando mentre senti l’amore nel tuo cuore, “sposta” l’energia verso lo sterno dall’area dell’ombelico.

Ora cambia mudra:

Le donne dovrebbero posizionare il palmo della mano destra sul palmo della mano sinistra.

I maschi dovrebbero posizionare il palmo della mano sinistra sul palmo della mano destra. Senti come il trasferimento di energia al tuo sterno ed espandi.

 

Fase 3: gira, stabilizza e accelera la tua Merkaba

 

Respiro 15-18:

Questi ultimi tre respiri devono essere fatti solo quando ti connetti con il tuo sé superiore.

Per alcune persone, ci vuole molta pratica per raggiungere questo punto.

Quando raggiungi il tuo sé superiore, potresti assistere a un raggio di illuminazione brillante, sperimentare energia o altre sensazioni fisiche all’interno del corpo, sentire un senso di presenza tranquilla o ascoltare suoni.

Per questi quattro respiri, posiziona il palmo della mano destra sul palmo della mano sinistra se sei una femmina o il palmo della mano sinistra sul palmo della mano destra se sei un maschio. Per il respiro quindici, inizia a girare la tua Merkaba.

 

 

Le figure piramidali della tua Merkaba dovrebbero girare in direzioni opposte. Il tetraedro maschio ruota in senso antiorario mentre il tetraedro femmina ruota in senso orario.

Inspira in modo simile al respiro quattordici. Inseguendo le labbra, espira lentamente mentre fai pressione sull’aria che fluisce dalle tue labbra.

Le rotazioni delle piramidi dovrebbero accelerare mentre espiri.

Venendo ai respiri sedici e diciassette, il processo di respirazione e mudra dovrebbero essere gli stessi.

Tuttavia, i tetraedri dovrebbero girare sempre più velocemente.

La velocità di queste figure geometriche dovrebbe essere la stessa mentre gira ancora in direzioni opposte.

Alcuni dicono che ci sono solo diciassette respiri di meditazione Merkaba; altre persone dicono che c’è un diciottesimo respiro.

Indipendentemente da ciò, durante l’ultimo respiro, dovresti acquisire un maggiore senso di sé, sentendo un senso di euforia. È normale se ti senti in un altro posto durante l’ultimo respiro.

Suggerimenti per la meditazione Merkaba

Quando inizi per la prima volta, questa non è una pratica facile.

Ma con il tempo, troverai risultati sempre migliori.

Ecco quindi alcuni dei modi migliori per sfruttare al meglio le sessioni di meditazione Merkaba …

  • Trova un luogo confortevole e tranquillo per meditare
  • La meditazione in tutte le forme richiede concentrazione.
  • Il tentativo di meditare in un luogo rumoroso o scomodo può farti perdere la concentrazione.

 

Detto questo, trova un posto al chiuso o all’aperto abbastanza tranquillo, né troppo freddo né troppo caldo, e abbastanza comodo da sederti durante il processo meditativo.

Se è necessario, optare per cuffie o tappi per le orecchie con cancellazione del rumore e / o un cuscino per sedersi.

Se sei alla prima esperienza meditativa non imparare Merkaba da solo, Studiare la meditazione Merkaba da solo leggendo guide e guardando video online è possibile ma non è paragonabile a un istruttore di persona.
Sebbene ci siano molte persone là fuori che si insegnano l’arte della meditazione Merkaba, si consiglia di trovare un istruttore qualificato per i migliori risultati.

 

Pratica per la perfezione

L’esecuzione della meditazione Merkaba, come molte arti e pratiche fisiche, richiede pratica, autodeterminazione e pazienza.

Non allarmarti se dopo aver partecipato a qualche round di meditazione Merkaba che non ricevi i risultati che ti aspetti.

Proprio come con l’apprendimento di allacciarsi le scarpe o andare in bicicletta, c’è una curva di apprendimento per impegnarsi in tutti i tipi di meditazione. Metti corpo, mente e spirito in ogni respiro.

Non affrettare il processo

Che tu sia la prima volta che ti impegni nella meditazione Merkaba o  è qualcosa che hai fatto una dozzina di volte, non affrettare mai ogni sessione di meditazione:

Pensa alla meditazione Merkaba come a scrivere con una matita: più veloce scrivi, più sciatta è la tua calligrafia e più difficile sarà leggere la tua scrittura in seguito.

Con la meditazione Merkaba, più veloce ti esibisci, peggiori saranno i risultati.

Prenditi sempre il tuo tempo e segui il processo per intero.

 

Dagli tempo e vedrai risultati

Al primo coinvolgimento nella meditazione Merkaba, potresti anche sentirti un po ‘a disagio.

Questo è normale mentre navighi lentamente nell’arte della meditazione e raggiungi una coscienza più elevata.

Per i principianti o coloro che lottano con la meditazione Merkaba, si consiglia di impegnarsi prima in altre forme di meditazione o esercizi di respirazione.

Altre forme di meditazione comprendono la gratitudine, la meditazione vedica e la meditazione guidata.

Se perdi la messa a fuoco, fermati e ricomincia.

Soprattutto durante i respiri da quindici a diciotto anni, se ti capita di avere le vertigini o perdere la concentrazione, è importante fermarti per un breve momento prima di ricominciare.

È normale per i neofiti della meditazione Merkaba sperimentare questo.

Tuttavia, con il tempo diventerai più facile man mano che acquisisci consapevolezza, concentrazione e comprensione della meditazione Merkaba.

 

Impegnati nella meditazione Merkaba ogni giorno

Proprio come mangiare, dormire e lavarsi i denti, impegnarsi nella meditazione Merkaba richiede un lavoro quotidiano.

Meditare una volta può darti sollievo dallo stress a breve termine e aiutarti a lavorare verso una coscienza superiore.

Tuttavia, puoi perdere progressi quanto più vai avanti senza pratica.

 

I MIGLIORI OLI ESSENZIALI PER LA MEDITAZIONE

 

Gli oli essenziali possono essere d’aiuto nella pratica meditativa, per il potere vibrazionale sottile che ti permette di facilitare la connessione con i piani vibrazionali piu’ alti. 

Incenso: l’olio della verità è meraviglioso per la connessione spirituale e per sentirsi più connessi, l’incenso  potrai applicarlo direttamente sul terzo occhio.
Lavanda: questo è un ottimo olio da usare se stai meditando  perché è molto calmante. La lavanda è anche conosciuta come l’olio della comunicazione .

Mirra : La mirra ha uno dei più alti livelli di sesquiterpene , ed ha la particolarità di eliminare informazioni negative nella memoria cellulare, ossia i pensieri negativi, cio’ lo rende uno dei migliori oli essenziali per la meditazione.

Gli oli essenziali possono essere d’aiuto nella pratica meditativa, per il potere vibrazionale sottile che ti permette di facilitare la connessione con i piani vibrazionali piu’ alti.

 

Sonia Varoli

SCOPRI GLI OLI DOTERRA COL 25% DI SCONTO

SCOPRI IL MIO CORSO

Articolo tradotto ed implementato su esplicita richiesta di : https://relaxlikeaboss.com/merkaba-meditation/

 

OIL PULLING CON OLI ESSENZIALI

OIL PULLING CON OLI ESSENZIALI

 

L’oil pulling è una procedura ayurvedica, un semplice rimedio naturale conveniente ed economico che consiste in un risciacquo orale praticato con olio di cocco, sesamo o  girasole, il cui effetto finale dà immensi benefici alla salute orale e sistemica .

L’oil pulling ha effetti ancora piu’ efficaci se fatto in sinergia ad oli essenziali dalle proprietà antibatteriche.

Per eseguire l’oil pulling, si consiglia di usare l’olio  biologico e spremuto a freddo di girasole, cocco o sesamo. Questi oli hanno effetti diversi ma sono tutti e tre efficacissimi, si possono anche combinare o alternare. L’olio d’oliva non è indicato per questa operazione e non è molto efficace; tuttavia si può inizialmente utilizzare in mancanza degli altri, ma solo con l’idea di sostituirlo al più presto.

Vediamo insieme come eseguire un oil pulling con gli step giusti in relazione alla filosofia ayurvedica; nello specifico l’oil pulling consiste in un risciacquo orale della durata di circa 20 minuti, effettuato con olio biologico e spremuto a freddo di girasole, sesamo o cocco.

OIL PULLING CON OLI ESSENZIALI STEP BY STEP

 

STEP 1: Mettere in bocca da 1 a 2 cucchiai grossi di olio  o di cocco e iniziare a fare un risciacquo, tipo colluttorio, della durata di 20 minuti. Dopo questo tempo la soluzione in bocca diventa meno densa perchè diluita con la saliva, mentre il movimento e l’emulsione trasformeranno nel frattempo il liquido in un fluido biancastro.

 

STEP 2: Questo è il momento in cui diventa necessario eliminare l’olio,  ponendo attenzione nel non ingerirlo, in quanto carico di tossine raccolte dal corpo e fatte spurgare dalle gengive. Tuttavia se per errore ne venisse ingerito un minimo non preoccuparsi. Se la soluzione liquida non ha le caratteristiche di colore e densità indicate, ossia se risulta ancora giallastra e densa, allora significa che è necessario più tempo di risciacquo. In genere è meglio non sbordare troppo oltre i 20 minuti perchè può avvenire anche un fenomeno di “riassorbimento” del materiale divenuto ormai tossico.

 

STEP 3: Una volta sputato il fluido bisogna rimuovere dalla lingua la patina tossica che si è nel frattempo formata con l’ausilio di un raschietto da lingua, chiamato netta lingua o un cucchiaio.



COMPRA ORA

 

Questa semplice pratica igienica rimuove i batteri e le tossine che si sono accumulate sulla lingua durante la notte.   Usare  il nettalingua serve anche a stimolare e purificare il tratto digestivo e gli organi vitali. Quindi, mentre il raschiamento della lingua è considerato un elemento importante dell’igiene orale quotidiana, supporta anche la naturale disintossicazione del sistema in generale. Un altro vantaggio di raschiare la lingua è che ci permette di prendere nota del rivestimento sulle nostre lingue ogni mattina e di cominciare a vedere come le nostre scelte dietetiche e le nostre abitudini di vita influenzano la nostra salute generale da un giorno all’altro.  Il raschietto per la lingua è in acciaio inossidabile ed è in equilibrio per tutti i dosha. Quando hai finito, sciacqua con acqua pulita.

 

STEP 4: Appena dopo è consigliato un veloce massaggio delle gengive praticato con il dito indice, seguito da un risciacquo di 10 secondi fatto con acqua e qualche granello di sale oppure con unicamente.

 

STEP 5: Opzionalmente si può concludere bevendo acqua o acqua calda per pulire. Oppure, avendo provocato l’aumento del fuoco gastrico (che significa aumento di vitalità, e digestione più forte e veloce del normale) è possibile adesso mangiare o bere.

 

QUANDO ESEGUIRE L’OIL PULLING

 

 Il momento migliore per eseguire l’oil pulling è al mattino a digiuno, appena svegli.  A parte “parlare” è possibile compiere una moltitudine di attività come lavarsi, vestirsi, fare ginnastica o yoga, preparare la colazione e molte altre; per questo motivo è una pratica di facile attuazione, comoda e non “ruba” tempo prezioso. È possibile praticare l’oilpulling da una a tre volte durante il giorno, a patto che ci si trovi in condizioni di stomaco vuoto e digestione precedente completata.

Tempo necessario: circa 20 minuti.

OIL PULLING CON OLI ESSENZIALI


COMPRA ORA 

Se vuoi aggiungere benefici aggiungi all’olio per l’oilpulling due tre  goccia di oli essenziali doterra:

  • Clove , chiodi di garofano
  • On guard per gengive infiammate,
  • Menta piperita o tea tree per un’azione antibattericida,
  • Limone per l’azione antimicrobica.
  • Eucalipto

 

RICERCA PUBMED

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5198813/

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/?term=%22oil+pulling%22

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4625327/

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29085271

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29044521

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3898367/

Sonia Varoli

 

Se vuoi scoprire il mondo doTerra 

Scopri il mio corso

BOTTIGLIA PER L’ACQUA CON CRISTALLI

BOTTIGLIA CON CRISTALLI

 

La bottiglia per l’acqua con cristalli

 

La bottiglia per l’acqua con cristalli è un ottimo modo per prenderti cura di te stesso, non solo fisicamente ma soprattutto energeticamente.

La bottiglia per l’acqua con cristalli, permette al tuo organismo di innalzare le vibrazioni del tuo campo energetico.

Partendo dal principio che tutto nell’universo è energia vibrazionale, ti viene facile comprendere come i cristalli all’interno della bottiglia per l’acqua, trasmettano le loro memorie vibrazionali.

 

Voglio approfondire questo concetto, mi preme che tu capisca, come cio’ avviene .

 

 

Masaru Emoto è uno scienziato che con i suoi esperimenti sulla memoria dell’acqua, ha dimostrato come l’acqua venga informatizzata dalle vibrazioni, per questo motivi i cristalli, che emettono vibrazioni, possono a sua volta caricare vibrazionalmente l’acqua della bottiglia.

La bottiglia con i cristalli a contatto con l’acqua oltre a rilasciare i propri sali minerali, rilascia attraverso il suo campo energetico, l’energia di cui è stata caricata attraverso tecniche vibrazionali, come il Quantic Healing e Angel Reiki , l’uso di orgone, ed altre tecniche energetiche.

Per potenziare ulteriormente l’acqua della bottiglia con cristalli, si possono combinare in sinergia oli essenziali, sia per le loro proprieta’ detox, come ad esempio l’olio essenziale di limone e menta piperita, sia per l’aspetto energetico vibrazionale che gli oli essenziali hanno.

L’acqua per sua natura è un elemento legato alle rocce e cristalli, purtroppo nella realtà odierna raramente si puo’ bere acqua dalla fonte, per lo piu’ si fa uso di acqua in bottiglia di plastica o dell’acquedotto , ed in entrambi i casi l’acqua perde quasi completamente il suo potere vibrazionale che ha quando esce dalla fonte naturale.

La bottiglia coi cristalli, non è come puo’ apparire solo una moda, ma è legata alla cristalloterapia e i sui benefici.

I livelli d’inquinamento sono altissimi e tutto il mondo si sta battendo per la riduzione dell’uso della plastica, molte testate giornalistiche e perfino l’OMS stanno affrontando il problema.

Questa bottiglia d’acqua con cristalli di quarzo è fatta di vetro di alta qualità e di un cristalli naturali che ti aiuterà a ritrovare la tua armonia.

Benefici dell’uso della bottiglia per l’acqua con cristalli

 

 

I benefici della bottiglia di acqua coi cristalli, ogni cristallo ha uno scopo diverso e un effetto benefico. Scegli quale è il migliore per te.

Ci sono vari cristalli, ognuno con proprieta’ diverse e con la propria unica energia vibrazionale di riequilibrio.

Cristallo di Rocca – Amplifica l’intenzione, pulisce, attiva, guarisce, trasmette energia, connessione al Divino.

Quarzo rosa – Amore incondizionato, guarigione emotiva, gentilezza, compassione.

Giada – ti dà la saggezza per essere in grado di vedere i limiti autoinposti del passato.

Fluorite verde: forza interiore e stabilità, pulizia e messa a terra delle tue energie spirituali.

 

COME IL NOSTRO CORPO BENEFICIA DELL’ACQUA CON CRISTALLI

 

I cristalli trasmettono vibrazioni ed  energia sottile, quando immersi o a contatto con l’acqua, ed avendo noi un corpo  con campo energetico vibrazionale, possiamo  beneficiare di queste vibrazioni nel nostro corpo sottile .

Il corpo sottile include i campi Aurici ed Eterici umani, il sistema dei Chakra ed il sistema dei  Meridiani.

  • I corpi sottili, chiamati anche aura umana, campo eterico aurico.
  • Sistema di chakra, i trasformatori dell’energia vitale.
  • Sistema dei meridiani, i trasportatori di energia vitale in tutto il corpo umano.

Il nostro essere, oltre che dal corpo fisico, è costituito da una parte energetica formata da 7 “strati” che si estendono per circa un metro all’esterno di noi.

 

IL NOSTRO SISTEMA ENERGETICO 

 

Questi corpi sottili sono comunemente conosciuti con il termine di aura, una emanazione energetica che compenetra il corpo fisico e che si estende anche al di fuori di esso.

Il termine eterico è un derivato della parola etere, che è stato considerato un mezzo che permea lo spazio, trasmettendo onde trasversali di energia. Quando è associato alla totalità del campo aurico, circonda tutto il corpo, quindi è una parte fondamentale del campo energetico umano.

Il corpo sottile  eterico  si collega con  il corpo attraverso i chakra e i meridiani, che sono un’interfaccia tra il campo energetico umano eterico e il corpo fisico.

Esistono molti diversi biocampi che regolano varie funzioni mentali, emotive, spirituali o fisiche e corrispondono a varie parti del corpo sottile che beneficiano della cristallo terapia

 

Ora avrai piu’ chiaro perche usare nella quotidianità la bottiglia d’acqua con cristalli.

 

 

bottiglia con cristalli

Accedi al negozio online e acquista ora

 

“amplifica la tua energia vibrazionale e rilancia il corpo, la mente e lo spirito.”

 

Questa bottiglia per acqua con cristalli è unica nel suo genere, ti sarà inviata purificata e caricata con energia vibrazionale Quantic Healing e Angel Reiki .

 

 

 

Scopri il mio corso se vuoi come star bene in modo naturale:

corso.essenzebenessere.com

Ricerche scientifiche sulla cristallo terapia

https://www.livescience.com/40347-crystal-healing.html

 

Sonia Varoli