AYURVEDA E OLI ESSENZIALI DOTERRA

AYURVEDA E OLI ESSENZIALI DOTERRA

 

 l’Ayurveda si integra con  gli oli essenziali doterra scopri perchè.

L’Ayurveda è il sistema di medicina naturale più antico sviluppato dall’uomo, la storia dell’Ayurveda, ha le sue radici nel
periodo vedico, risale cioè al 5000 a.C.

Il termine Ayurveda ha origine dalle parole sanscrite:
AYUR = vita
VEDA = conoscenza/scienza della vita

Quindi “Ayurveda” si traduce con “scienza della vita”.
L’Ayurveda che è riconosciuta dall’OMS; si occupa di tutti gli aspetti del benessere, quello fisico, quello psichico e quello
spirituale e si interessa di ciò che è normale tanto quanto di ciò che è anormale o patologico.

Secondo l’Ayurveda la salute non è solo assenza di malattia ma è uno stato di continuo appagamento e di benessere, uno
stato di felicità fisica, mentale e spirituale.

Il concetto di equilibrio espresso dall’Ayurveda comporta non solo il perfetto funzionamento dei vari sistemi ed organi, della psiche e dello spirito, ma anche un rapporto di felice convivenza con tutte le creature, con i familiari, con gli amici, con il
lavoro, con il clima e la cultura in cui viviamo, con i propri ideali, con le abitudini, con la verità, con il concetto che si ha della
fede spirituale.

L’Ayurveda è stata sviluppata da antichi saggi indiani chiamati “Rishi”, grazie alla loro connessione con il mondo spirituale e
fisico, la natura dell’universo e il ruolo dell’uomo in esso.

BENESSERE AYURVEDICO INTEGRATO DA OLI ESSENZIALI DOTERRA

 

La cura di sé è una parte importante dell’Ayurveda ed insegna all’individuo a mantenere uno stato di equilibrio e benessere.  Gli oli essenziali in sinergia coi principi ayurvedici ci permettono di raggiungere questo obiettivo .

Secondo l’Ayurveda ogni persona riceve dalla natura il suo particolare programma, chiamato prakriti (costituzione), una parola sanscrita che significa “natura”, “tipo corporeo”. Scoprire a quale tipo corporeo apparteniamo è il primo passo per il miglioramento dello stato di salute, perché la nostra prakriti ci dice come la natura intende farci vivere.

Il tipo corporeo ayurvedico delinea le tendenze innate che caratterizzano il nostro sistema.

Per individuare la radice profonda dei tipi corporei, l’Ayurveda prende in considerazione il punto d’incontro fra la mente e il corpo, dove il pensiero si trasforma in materia; è là che si trovano i principi operativi chiamati dosha.
I tre dosha si chiamano Vata, Pitta e Kapha. Pur governando migliaia di funzioni separate del sistema corpo-mente, i tre dosha hanno tre fondamentali mansioni:

  • il dosha Vata controlla il movimento è composto da: Spazio etere (akasha) e aria (vayu)
  • il dosha Pitta controlla il metabolismo è composto da:fuoco e acqua.
  • il dosha Kapha controlla la struttura ed è composo da : acqua e terra.

 

In ogni persona i tre dosha devono essere equilibrati e vissuti pienamente. I più importanti tratti psicologici positivi di ogni dosha sono:

Vata: immaginazione, sensibilità, spontaneità, elasticità mentale, allegria.

Pitta: vivacità intellettuale, fiducia, intraprendenza, gioia, ottimo leader.

Kapha: calma, comprensione, coraggio, capacità di amare e perdonare.

Scopriamo Assieme come la scienza dell’Ayurveda si integra con gli oli essenziali.

Secondol’ayurveda gli oli essenziali hanno una attivita’ sui dosha :

  • scaldante
  • rinfrescane.

 

Considerando questi aspetti vediamo come attraverso la spettroscopia e spettrometria aromatica possiamo andare a valutare gli oli essenziali sotto questi aspetti ed utilizzare gli oli essenziali stessi per i vari dosha. Gli oli essenziali, attraverso le indagini possono essere catalogati come:

  • rosso caldo yang positivo ,
  • neutri,
  • blu freddi yin negativo.

Esempi:

  • Oli scaldanti : cannella
  • Neutri: lavanda
  • Rinfrescanti: camomilla

 

L’ayurveda classifica gli oli anche a secondo dell’umidita’, quindi oli con proprieta’ secche o umide, idratanti o disidratanti. Gli oli umidi anno una passa polarita’, gli oli secchi hanno un alta polarita’.

 

  • Oli umidi : rosa , geranio
  • Oli neutri: lavanda, camomilla, basilico, salvia sclarea, Oli secchi: limone , pino.

 

Gli oli essenziali possono essere indicati per i dosha anche in base alla chimica aromatica:

  • kapha: aldeidi, chetoni, esteri e lettoni.
  • Vata: sesquiterpeni, esteri, lattoni.
  • Pitta:alcoli e fenoli, eteri.

In ultimo gli oli essenziali possono essere indicati per i dosha anche in relazione alle note di base, di testa e cuore in relazione anche ai tempi di evaporizzazione.

Voglio fare una precisazione, noi siamo energia, prana e’ la nostra forza vitale è un concetto molto importante da comprendere sull’uso degli oli essenziali e l’applicazione delle terapie non convenzionali, è quindi importante usare oli veramente puri per
riequilibrarsi, questo proprio perche’gli oli essenziali hanno una vibrazione misurabile in Hz sono pranici ed utilizzare oli sintetici non da benefici e non vibra in sintonia con la nostra energia pranica.

In commercio ci sono oramai molteplici tipi di oli essenziali, per questo consiglio gli oli essenziali doTerra per la loro purezza e gli elevati standard di certificazioni.

 

OLI ESSENZIALI PER I DOSHA VATA PITTA KAPHA

 

Poiché Vata è: leggero, asciutto, mobile e freddo, è trattato con oli che sono:

  • umidi,
  • pesanti,
  • calmanti,
  • riscaldanti.

 

Considerando che Vata è ridotto dal sapore dolce, aspro e salato, questo può essere usato per determinare l’olio corretto per Vata. Comprendendo che ci sono due tipi di squilibri vata da considerare:

 

  • Vata ostruita :dove i canali del corpo si sono intasati di residui tossici (ama), il risultato di indigestione, cattiva alimentazione e scarsa eliminazione in presenza di squilibrio di dosha, il Vata ostruito viene trattato per un breve periodo di tempo per rimuovere i blocchi.

 

  • Eccesso di Vata: qui l’eccesso di Vata nel sistema ha causato essiccamento, deperimento e perdita di tessuti. La carenza causata dai vata assomiglia al processo di invecchiamento estremo.

I seguenti oli essenziali sono buoni stimoli per entrambi i tipi di Vata, aumentano il fuoco digestivo, irrigano le tossine, aumentano il calore interno e rafforzano la circolazione. Sono controindicati in condizioni di Vata molto elevate come la disidratazione o le mucose infiammate.

 

SE VUOI SCOPRIRE TUTTI I SEGRETI DEGLI OLI ESSENZIALI IN CONNESSIONE CON L’AYURVEDA ACCEDI AL MIO CORSO

ACCEDI AL CORSO
https://corso.essenzebenessere.com/

 

SE VUOI ACQUISTARE GLI OLI ESSENZIALI DOTERRA CON LO SCONTO DEL 25%  

SCOPRI GLI OLI ESSENZIALI DOTERRA

Se vuoi richiedere una consulenza CLICCA QUI

Ricerche scientifiche

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/search/all/?term=ayurveda

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/search/all/?term=essential+oils

Bibliografia:

Sushruta Samhita. Section 8,American Journal of Hospice and Palliative Care. AromatheraphyThe Earth Essential Guide to Ancient Wisdom and Modern Healing.Frawley, David. Ayurvedic Healing for Healthcare Professionals.Shanbhag, Vivek. A Beginner’s Introduction to Ayurvedic Medicine: The Science of Natural Healing and Prevention Through Individualized Therapies. Keats Publishing,Tirtha, Swami Sadashiva. Ayurvedic Encyclopedia: Natural Secrets to Healing, Prevention and Longevity. Ayurveda Holistic Center Press.

 

Sonia Varoli

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *